info@antoniolatorre.it  
 
 

Che cos’è Il Ruolo Terapeutico di Trento?
Ho rivolto la domanda al Responsabile,
il dr. Domenico Marcolini, che così mi risponde


Il Ruolo Terapeutico di Trento è
una associazione senza fini di lucro,
fondata nel 1995, quale articolazione
del Ruolo Terapeutico di Milano che
dal 1972
si occupa di formazione
per operatori delle relazioni di aiuto

attraverso una scuola riconosciuta
dal MIUR, la rivista “Il Ruolo
Terapeutico”, un centro clinico
e una collana editoriale
Le nostre proposte di formazione
nascono dal pensare che nelle
relazioni d’aiuto la capacità
professionale sia in stretto rapporto
con la condizione di benessere
ed equilibrio psichico del terapeuta
e si rivolgono a tutti coloro che
nell'ambito privato e in quello pubblico
delle istituzioni, dei servizi e del privato sociale sono professionalmente
impegnati in relazioni di aiuto alla persona.

Per rispondere adeguatamente alle domande d’aiuto portate dai pazienti
non basta, infatti, una conoscenza tecnico-scientifica, ma è anche necessaria
una capacità di entrare in rapporto con se stessi per riconoscere e governare
i propri sentimenti e le proprie emozioni. Questa capacità di risposta
terapeutica non è dunque né scontata né facilmente raggiungibile:
scopo
fondamentale della nostra proposta formativa è pertanto quello di offrire
un’esperienza globale e approfondita per il raggiungimento di una vera
competenza di s
é, attraverso un accompagnamento personalizzato di ciascun
partecipante nel processo di assimilazione e introiezione delle prerogative
del ruolo.

Centrale è inoltre l’insegnamento “forte” degli aspetti strutturali delle relazioni
terapeutiche (principi, ruoli, setting ecc.)
: fondamenti della nostra teorizzazione
sono, infatti, la distinzione concettuale tra ruolo e funzione, tra struttura e
processo e inoltre il principio della libertà e della responsabilità del soggetto.
Ne consegue che la responsabilità di ciò che avviene è condivisa fra i due
interlocutori, coerentemente con la rinuncia, da parte dell’operatore, e contro
le iniziali aspettative dello stesso paziente, alla pretesa di sapere già,
in base a saperi e a teorie codificati, ciò che avviene nella mente altrui.
Il processo terapeutico è dunque un viaggio di ricerca e di scoperta
che si svolge in una prospettiva di condivisione.

Ecco perché la formazione del Ruolo Terapeutico di Trento
non si fonda
sulla trasmissione di una dottrina attraverso l'apprendimento di teorie
oggettivanti, ma sull'esperienza di lavoro in gruppo su casi e situazioni
cliniche.
In questo tipo di esperienza tutto ciò che avviene nel campo
interpersonale, se adeguatamente analizzato e trattato, può assumere
un senso e produrre una maggiore consapevolezza riguardo a tutto ciò
che decide del benessere e del malessere intrapsichico e relazionale.
È altresì evidente come la molteplicità dei possibili interventi di aiuto
e la grande variabilità dei contesti in cui sono collocati i loro protagonisti
richiedano particolare applicazione e studio rispetto alla definizione e cura
di setting specifici, chiari e coerenti.

Per saperne di più:

www.ruoloterapeutico.org
• indietro

Flash Player